344 0691479 - 039 9008863 segreteria@four.srl

Stante il periodo di ferie, pochi avranno fatto caso che ad inizio Agosto 2019 è stato approvato il nuovo modello OT23 INAIL, che sostituisce il precedente OT24 ed è utilizzabile dalle aziende fino al 29 febbraio 2020. Infatti, il 1° Agosto è stato pubblicato sul sito dell’Inail il nuovo modello OT23, da usare entro il 29 febbraio 2020 per le richieste di riduzione del tasso medio di tariffa. Un cambio di denominazione del modello, che precedentemente si richiamava alla sua fonte normativa, l’art.24 del decreto ministeriale 12 dicembre 2000. Ora tutta la materia è regolata dall’art. 23 delle Modalità di applicazione delle Tariffe dei premi, approvate con un decreto interministeriale nel febbraio 2019: da qui anche il nuovo nome del modulo. La logica sottostante è rimasta però la stessa: si tratta di un modulo di richiesta di sconto dei premi assicurativi, a fronte di interventi migliorativi delle condizioni di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro, adottati nel 2019, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa vigente in materia.

La domanda di riduzione può essere richiesta a prescindere dall’anzianità dell’attività lavorativa e va inoltrata telematicamente entro il 29 febbraio 2020.

E’ un vero e proprio catalogo con interventi generali o settoriali, ispirati tra l’altro al principio della Responsabilità sociale dell’impresa. E’ difficile non trovare interventi già attuati, o facilmente attuabili, per incrementare il livello della sicurezza e delle misure di prevenzione. Il funzionamento è relativamente semplice: ogni intervento realizzato ha un punteggio assegnato. Per poter accedere alla riduzione del tasso, l’azienda deve sommare interventi compiuti in modo da ottenere almeno 100 punti, spaziando tra gli interventi di qualunque sezione del modulo (fanno eccezione gli interventi che sono  riferiti alla responsabilità sociale delle imprese, la cui soglia del punteggio massimo deve essere raggiunta senza ulteriori cumuli). Alcuni interventi li citiamo qui di seguito:

40 Punti : L’azienda, per la quale non è obbligatoria per legge l’adozione di un defibrillatore, ha effettuato la specifica formazione perlavoratori addetti all’utilizzo del defibrillatore in propriopossesso (corso BLSD – Basic Life Support Early Defibrillation)

50 Punti : L’azienda con meno di 50 lavoratori ha adottato o mantenuto una procedura per la verifica dell’efficacia della formazione, in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, che comprenda test di verifica in forma scritta sia al termine di ciascun intervento formativo sia successivamente secondo una tempistica prestabilita dalla procedura in modo tale che la verifica successiva sia svolta non prima di 2 mesi rispetto alla verifica di fine corso

30 Punti : INTERVENTI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIECARDIOVASCOLARI E/O ONCOLOGICHE: l’azienda dà attuazione a un accordo/protocollo con una struttura sanitaria per un programma di prevenzione dell’insorgenza di malattie cardiovascolari e/o di tumori nei lavoratori

20-40 Punti : INTERVENTI PER LA PREVENZIONE DEI DISTURBI MUSCOLO SCHELETRICI: è stato realizzato un programma di promozione della salute osteoarticolare e muscolare

20-40 Punti : INTERVENTI PER LA PREVENZIONE DEL RISCHIO STRADALE: sono stati svolti eventi formativi basati sulla rilevazione degli incidenti stradali occorsi, nell’anno di riferimento ed eventualmente negli anni precedenti, ai dipendenti aziendali sia in occasione di lavoro che in itinere

Per saperne di più, consulta questa pagina del sito INAIL: https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/news-ed-eventi/news/news-nuovo-modello-ot23.html

L’elenco degli interventi agevolativi si trova invece qui: https://www.inail.it/cs/internet/docs/all-modulo-di-domanda-2020.pdf

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest

Share This