039 9008863 - 344 0691479 - 348 5318780 info@four.srl

Si può diventare leader? Assolutamente si: bisogna metterci il giusto impegno e avere una grande dedizione. Ecco alcune delle qualità principali di un buon leader.

 

Essere leader è un compito complesso e impegnativo, ma non necessariamente difficile. Basta conoscere le giuste tecniche di coaching, impegnarsi a fondo e soprattutto conoscere le qualità giuste necessarie per gestire al meglio il team. Ma un leader naturale deve avere anche alcune qualità che lo contraddistinguono. Vediamo alcune di quelle più comuni.

 

Julio Velasco sarà a Milano il 24 novembre, per parlare di leadership e management. Non perdere l’occasione, iscriviti subito!

 

Un vero leader crede in sé stesso e non ha paura di decidere

All’interno di una squadra le persone sono naturalmente propense a seguire la persona che trasmette loro la maggiore sicurezza. Credere fermamente in sé stessi significa avere un vantaggio: la nostra squadra riconoscerà più facilmente il nostro ruolo. Dobbiamo però dimostrarlo anche in concreto, prendendo le giuste decisioni con risolutezza e senza tentennamenti.

 

Capacità di concentrazione e dedizione alla causa

Quando le persone lavorano insieme, tendono a essere dispersive e a perdere di vista l’obiettivo. Per diventare leader è indispensabile sviluppare una forte capacità di concentrazione, che mantenga il team costantemente sull’obiettivo. La dedizione e la capacità di perseguirlo anche davanti a imprevisti e difficoltà ci renderanno leader ideali per traghettare il nostro team verso il risultato.

 

Essere onesti, trasparenti, integri

Un odioso luogo comune vuole che le persone che lavorano nel business o hanno raggiunto una posizione abbiano qualità morali quantomeno discutibili. Ma un vero leader non si può permettere nulla di tutto questo: come possiamo ispirare fiducia alle persone con cui lavoriamo se non ci dimostriamo onesti e trasparenti? Attenzione: questo non significa essere completamente un libro aperto per tutti. Anche definire i giusti spazi e come le informazioni circolano all’interno del team fa parte della trasparenza. Ma stabilire fin da subito quali informazioni sono accessibili a tutti e quali decisioni vengono prese coralmente, ridurrà per tutti il margine per mettere in pratica sotterfugi.

 

Essere positivi e saper comunicare

Come i capitani delle navi della letteratura, un vero leader deve essere l’ultimo ad abbandonare la nave, anche in senso figurato. Questo significa avere e conservare un atteggiamento positivo, anche e soprattutto di fronte alle difficoltà. In più, è un nostro preciso dovere saper trasmettere questa positività alle altre persone, per spronarle e coinvolgerle.

 

Cosa significa leadership? Credere nel team

Esattamente come negli sport, il gioco di squadra è uno degli aspetti fondamentali della vita professionale. Non possiamo pensare di diventare leader di successo se ci manca la fiducia nel nostro team, e soprattutto se non sappiamo delegare: i membri della squadra vivranno la nostra incapacità come una mancanza di fiducia, creando una situazione difficile da recuperare.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest

Share This